...un vento caldo annuncerà il risveglio di tempi migliori....

lunedì 7 maggio 2007

Nati sotto questo cielo!






Ieri sera mentre frugavo tra vecchie e-mail ho trovato qst foto...inviatemi da una mia cara amica tempo fa...
riguardandole sono rimasta per alcuni minuti a riflettere proprio come la prima volta che le ho viste.....
Tutti ovviamente conosciamo i due mondi..tutti ormai sappiamo bene come stanno le cose..
tutti conosciamo per diverse vie comunicative l'altra faccia della medaglia...
e pure guardando qst immagini,non ho potuto fare a meno di fermarmi a riflettere un attimo...
Mai mi sono trovata a confrontare due mondi e due realtà così lontane e così vicine....
mai sono stata fortemente catturata da due sguardi..di bambini.. stessa età..stessa fisicità (..) ma di colore opposto... nati sotto lo stesso cielo,avvolti da diverse lenzuola....ma voluti e desiderati dallo stesso e identico amore materno!
allora mi fermo e mi domando...perché?
perché i nostri bambini (fortunatamente) belli, paffuti,vivaci,viziati....possono godere di tanto privilegio...?
e perchè questi piccoli angeli neri nati sotto uno cielo di stelle non potranno mai avere la speranza di regalarsi un futuro migliore..?
Ovviamente non sono stata in grado di darmi nessun'altra risposta che quella di abbassare lo sguardo e sentirmi piccola ed insignificante di fronte a così tanta bellezza....
bellezza nel guardare questi bambini così gioiosi cosi ricchi di speranza!


Non sono mai stata in Africa,anche se è un grande sogno poter essere li un giorno..per ora sono solo i tanti racconti delle migliaia di persone che hanno vissuto questa stupenda esperienza,che parlano di loro e del loro Paese come un posto meraviglioso...povero di tutto ma ricco di piccoli e semplici cose che fanno di te una persona indispensabile e necessaria!
Parlano di una forte ospitalità....di un sentito bisogno di averti li....di ringraziarti....e sono soprattutto loro..I bambini i veri protagonisti,con il loro entusiasmo e la loro voglia di vita.

Sono loro le vere ferite del mondo..sono a loro che rivolgo la mia attenzione................il vero cuore dell'Africa!
Belli...fieri..pieni di dolcezza, con gli occhi grandi e profondi nei quali scintilla tutta la dignità di un popolo antico.
Sono i bambini dell'Africa.
Veri protagonisti di qst grande Terra..
Ad attenderli purtroppo una vita difficile.
La povertà in questo angolo di mondo significa malaria, carenza di vitamine, malattie come la meningite in una nuova e aggressiva forma.
Ogni giorno ,ogni minuto,un bambino sotto i 15anni muore per AIDS,e la maggior parte di essi,contrae il virus dalla madre.
Molti di loro non ce la faranno, la povertà assoluta li ucciderà. È qualcosa di terribile.
Quasi diciotto bambini su cento...muoiono.
Centinaia di migliaia di stelle in questa parte di cielo si spengono.
Una cifra dolorosa, che prima ancora degli esseri umani indifesi, ferisce la civiltà del cosi detto benessere, uccide la coscienza dell ricco e opulento, per certi versi sordo, mondo occidentale.



Questa è l’Africa.

L'Africa...povera, malata, corrotta, disastrata, sfruttata.
L'Africa ha bisogno di aiuto.
Voi direte che si sanno queste cose, cosa c'è di nuovo?
Nulla. E' solo che ce ne accorgiamo troppe poche volte, e a ritmi ben cadenzati!!!

Un continente sfigurato dalla MISERIA. Umiliato. Ferito e offeso. muoiono..muoiano di fame..di sete... di terrore..muoiono x la vita stessa!Senza alcuna forza. rassegnati all’impossibilità di reagire. E noi non possiamo fare assolutamente nulla. A parte cercare di contribuire a far crescere qualche bambino a distanza o mandare degli aiuti, dei sussidi che pur preziosi, non affrontano realmente il problema, perché non è quella la soluzione. Nessuno di noi può fare qualcosa di concreto contro il potere.
L’ Africa è un continente che deve continuare a stare in quelle inaccettabili condizioni. Perché questo vuole il potere,
un continente con un numero di popolazione come quello dell’Africa, completamente inerme, ridotto all'estremo, è un nemico di meno da controllare soprattutto sul mercato.La miseria infinita dell’Africa non è altro che la realizzazione dell’infinita miseria umana dell’occidente. Il potere è fatto anche di miseria, la miseria di chi non basta a se stesso, di chi non si fida delle proprie capacità sino al punto di aver bisogno di abbattere gli altri per spianarsi la strada. La miseria di chi ha paura degli altri sino al punto di doverli sopraffare.
Il bisogno di “POTERE” nasce dalla paura di vivere ,di non essere all’altezza, di scoprirsi .
l'Africa non ha bisogno della nostra beneficenza, ma della nostra sincerità. Noi invece emaniamo ipocrisia da ogni poro: più soldi diamo, più ci sforziamo di recuperarli vendendo agli africani armi, o installando governi-fantoccio che facciano sempre e comunque i nostri interessi.

All'Africa serve un impegno costante - e coerente - per risollevarsi da quello stato in cui noi l'abbiamo cacciata.........
Ridiamo speranza a uomini,donne e bambini....
cui l'unico peccato è stato nascere sotto un cielo diverso!




IO SONO NERO

Sono l'uomo del cielo blu d'azzurro;

il mio sentiero è come l'albero perenne
dove la vita senza fine mormora
le parole d'amore fra terra e cielo

Il nome mio rimarrà inciso in lettere d'oro
in tutti quei cuori che,si stringono d'amore,
i cuori fraterni che,con forza e decisione,
hanno ucciso colui che,dall'alba ci inonda di luce.

Senza trombe e corni chiamo al sorriso,
solo amico sincero e puro della nostra lontana vita;
arriverà presto,lentamente,ad aprire
su tutti gli occhi umani,la speranza che da allora ci aspetta.


Sono l'uomo dei tempi nuovi
il mio cammino è lo stesso del tuo
senza sosta mi guida verso la pace,al bello,
anche se il vento secco mi trattiene o mi trascina.

Resterò questo sacro nome,
che l'anima-Sorella saprà un giorno,
con la sua verginità

colmare di dolci parole.


Georges Miankenda

(dal libro Poeti Africani_Anti-Apartheid)



we realize a dream............

6 commenti:

VERTIGINE ha detto...

è un problema fin troppo grosso,andrebbe sradicato dalla radice,i problemi sono sempre gli stessi,gli interessi dei più forti,che sono poi gli stessi che magari organizzano anche raccolte fondi e cosine varie...
é un paese che sacrifica giorno per giorno i suoi figli per far arrichire i potenti e farci vivere nel benessere!
il loro progresso è stato arrestato in modo che multinazionali varie possano conseguire maggior guadagno con minor spesa! possiamo inviare tutte le donazioni che vogliamo ma non risolveremo mai nulla,chi ha il potere dovrebbe impegnarsi a tutelare questi paesi in modo che possano avviarsi e creare delle loro forze!solo così potrebbero risollevarsi!..e soprattutto,visto che abbiamo il vizio di ficcare il naso negli affari altrui almeno una cosa buona si potrebbe fare..tutelare diritti e doveri di tutti coloro che lavorano notte e giorno nelle multinazionali in cambio della miseria!
..chissà perchè mi sembra di parlare di cose assurde e irrealizzabili???? mhà!!!

Cl@ ha detto...

A lavoro abbiamo organizzato uno spettacolo qualche mese fa per "l'africa chiama onlus" ...questo mi ha dato modo di conoscerne approfonditamente i meccanismi...ciò che serve, ciò che si può fare e tutto il resto...intanto, per quel che posso, sostengo un bambino a distanza e cerco di appioppare ovunque posso le bomboniere solidali,almeno sensibilizzo un pò l'opinione pubblica ;) so che è molto riduttivo però penso che ognuno nel suo piccolo possa dare un aiuto indispensabile...no?
Bacioni

esplanade ha detto...

siamo in tanti al mondo.
siamo nati diversi e in molti casi la diversità è arrivata sotto forma di una violenta disgrazia geografica.

Furius ha detto...

R@' è troppo lungo il post per le mie capacità di lettura, comunque ti prometto che lo leggerò.

Furius ha detto...

Ora ho capto perchè non volevo leggere questo post, non per la lunghezza ma per l'effetto che m'avrebbe fatto.
La settimana scorsa chiesi ad una mia amica, che ha lo zio missionario in Africa, auznto potesse costare il biglietto per arrivare a Wansokou, a parte le ore di volo/viaggio, a parte gli scali assurdi, il costo è abbastanza elevato.
Tuttavia credo che la mia sia più curiosità, voglia di "scoprire" _nuove_ realtà, usi e costumi. Non mi sento pronto a portare aiuto, non credo di essere capace. Bisogna avere una forza d'animo impressionante per dare sostegno a persone che vivono in un modo totalmente diverso dal tuo, forse prima bisogna fare un corso, una specie di stage d'adattamento.
Comunque da quando Leonardo è partito ogni tanto ci penso a questo viaggio, chissà potrei scoprirmi utile in quelle situazioni, l'Andy Luotto del 3000.

raffaella ha detto...

bravo lucia ma a parte gli usi e costumi(che ci sn da tutte le parti)qst è una terra sacra,una terra che va amata e sostenuta......

apprezzo il gesto!
;)